Il Protocollo d’Intesa sottoscritto tra Impresa Sociale Europe Life Coop. a r.l., l’Ente di Ricerca – Formazione e Certificazione Formproget, il CP Distretti Rurali, Agroalimentari di qualità e di Filiera delle Aree Interne e Protette e la dott.ssa Azzurra Liliano, ha prodotto i suoi frutti con l’approvazione da parte di Italia Lavoro S.p.A. del progetto di Bottega “Antichi sapori delle Aree Interne della Provincia di Salerno”.
“Il progetto formativo che abbiamo candidato per il Bando Botteghe di Mestieri e dell’Innovazione – afferma Domenico Cuozzo, legale rappresentante dell’Ente Capofila del progetto – ha lo scopo di formare 10 giovani tirocinanti di età compresa tra 18 ed i 35 anni, tramite la messa in rete di dieci Aziende Ospitanti della filiera “Alimentare, Enogastronomica e della Ristorazione. I tirocinanti potranno acquisire competenze tecniche e conoscenze specifiche relative alle attività individuate all’interno della filiera che, insieme a quelle relazionali e trasversali, agevoleranno le scelte professionali degli stessi favorendone il loro ingresso nel mondo del lavoro.”
Le Aziende che accoglieranno i tirocinanti, tutte aderenti al CP Distretti Rurali, Agroalimentari di qualità e di Filiera delle Aree Interne e Protette, sono: I Dolcissimi sas, La Plaza Bar Srl, Ristorante Belvedere, Madar Snc, Aya latte, Cuore di Pane Srl, L’Oro di Felitto sas , Caseificio Sorriso del Latte Srl, Il Centauro e Phone Market Srl.
“Con la Bottega Antichi sapori delle Aree Interne della Provincia di Salerno – sostiene Anna Pina Arcaro, Presidente del CP Distretti Rurali, Agroalimentari di qualità e di Filiera delle Aree Interne e Protette – avvieremo un processo virtuoso – rigenerativo in provincia di Salerno che fungerà da modello gestionale per i Distretti Rurali ed avrà come obiettivo, non solo il ricambio generazionale, ma il recupero degli antichi saperi per un mangiare sano, che oltre a stimolarne la nascita di nuova cultura imprenditoriale, ne favorirà l’implementazione della Filiera rigenerativa fra le Aree interne e protette con quelle metropolitane in Campania”

Tag


condividi

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento